Tag

, , , , , , , , ,

calze-rosse

Se rileggete il post sulle Strenne di Natale, noterete che ve ne ho preannunciato un secondo capitolo. E siccome ogni promessa è debito, eccomi qui a mantenere quella che vi ho fatto qualche giorno fa.
Benché il Natale sia ormai trascorso da qualche giorno (a proposito, siete sopravvissuti?), e il 2015 sia ormai ufficialmente entrato nelle nostre vite, il capitolo regali non si può dire ancora chiuso.
Il nuovo anno si apre, infatti, con la festa dell’ #Epifania, dai bambini particolarmente amata…e anche da me!
L’idea che una nonnina entri in camera per lasciarti qualche dolcino e qualche pezzetto di carbone (perché buonissimi è difficile esserlo fino in fondo) mi fa un’enorme tenerezza. La #Befana ha in sé quel velo di magia e mistero che è inferiore solo a quello di Babbo Natale.
Non so cosa succedesse a casa vostra (se vi va, raccontatemelo nei commenti), ma fin dalla mia più tenera età, la Befana aveva la buona abitudine di lasciarmi insieme ai dolci anche un bel #libro da leggere.
All’inizio erano pieni di immagini colorate, in seguito di belle favole, e da grande pieni di storie meravigliose. Qualche volta la Befana azzeccava esattamente il libro che avrei voluto leggere, ma anche quando non avevo un desiderio particolare, le storie di cui mi ha fatto dono la nonnina sulla scopa non mi hanno mai deluso, anzi! Alcune di esse, sono ancora oggi fra le più belle che io abbia letto.

Così, pensando ai più piccini in particolare (ma non solo!), eccomi qui a consigliarvi qualche bella storia proprio per loro. Ma, mi raccomando, non dimenticate qualche dolcino. Leggere mangiando qualcosa di buono è un piccolo strappo alla regola che per un giorno tutti meritano di concedersi.

Il piccolo Principe (A. de Saint- Excupéry, edizioni Bompiani, euro 8): il disegno del boa con cui si apre il romanzo resta esilarante e l’incontro con la volpe, che insegna al Piccolo Principe la felicità, commovente. Un libro che ogni bambino dovrebbe leggere ed ogni adulto ri-leggere-
Harry Potter, la saga (edizioni Salani, prezzo variabile di volume in volume): se dovete regalarne uno ad un nuovo lettore, cominciate dal primo intitolato ‘La pietra filosofale’. Oltre ad essere il cronologico inizio della storia, è anche il libro che introduce alla magia, aprendo i cancelli di Hogwarts e favorendo il primo incontro con i suoi abitanti.
Piccole donne (Louise-May Alcott, edizioni BUR, 10 euro): il primo libro che ho letto per intero nella sua versione integrale quando ero piccola. Le piccole donne della Alcott sono modello, stimolo e sprone per le bambine, che non faticheranno ad immedesimarsi in ciascuna di loro. Ad esempio, dopo essermi costretta per lunghi anni nei panni di Meg, alla quale mi accomunava anche il nome, ho scoperto che era Jo quella a me più vicina. Con quattro protagoniste così, si può scegliere di esserne una diversa ad ogni rilettura.
Il GGG (R. Dahl, edizioni Salani, euro 12): vi piacciono i cetrionzoli? Non sapete cosa sono? Allora dite alla Befana di metterlo nella calza dei vostri bambini e leggetelo insieme a loro. E se vedeste una grande ombra nera alla finestra non abbiate paura e scegliete, come la piccola e coraggiosa Sofia, di farci amicizia!
Le avventure del Barone di Münchhausen (R.E. Raspe, edizioni BUR, euro 8): difficile star dietro alle peripezie del barone di Münchhausen, il memorabile personaggio ispirato a un militare tedesco del Settecento. Viaggia a cavallo di una palla di cannone, arriva niente meno che sulla Luna, si salva miracolosamente dalle sabbie mobili…Ogni bimbo avventuroso dovrebbe conoscere il Barone e sognare, più o meno ad occhi aperti, di essere suo compagno di avventure.

Ho scelto, con moltissima fatica, i primi cinque libri che il cuore mi ha suggerito. Ma ce ne sono tantissimi altri pronti a soddisfarvi.
Riempite la calza dei più giovani anche di dolci parole!
E se vi mancassero le idee, scrivetemi! Sarò felice di suggerirvene molte altre.

Buona Epifania a tutti!