Tag

, , , , , , , , , , ,

 

7553529_orig

Il teatro mi piace molto e fortunatamente, da quando vivo a Roma, ho molte occasioni per coltivare questo mio interesse.
Ho anche la fortuna di aver conosciuto persone che, come me, apprezzano il teatro, quindi anche quando MrF è fuori per lavoro, non sono mai sola.
La scorsa settimana, però, MrF era con me quando per un’ora e trenta di spettacolo abbiamo riso-talvolta fino alle lacrime- grazie alla bravissima #Teresa Mannino.
Il suo spettacolo Sono nata il venitré (e anch’io come lei), un one woman show, è un divertentissimo monologo che pianta le sue radici nientepopodimenoché nell’Odissea di Omero e, attraversando gli anni 70, arriva ai giorni nostri.
Se pensate ad una cronologica successione degli eventi, però, sarete piacevolmente sorpresi da un’anacronistica narrazione, che farà saltare l’ascoltatore da un’epoca all’altra senza che nemmeno se ne accorga.
‘La solita confusione femminile’, saranno pronti ad affermare gli uomini più severi.
‘E-las-ti-ci-tà’, ribatteremo noi donne.
Perché Teresa è una donna, e come tale allunga ed accorcia le distanze cronologiche per annullare le differenze fra i protagonisti della sua narrazione.
Ulisse e Penelope sono lo specchio di un rapporto uomo-donna così attuale!
Lui, che per compiere un viaggio di dieci giorni impiega dieci anni…
Lei, che non si vendica dei tradimenti del marito solo perché non ne viene a conoscenza…
Anche Ulisse, uomo dal multiforme ingegno, non sarebbe scampato all’occhiatina che Penelope avrebbe dato alle sue conversazioni whatsapp.

Non solo amore e rapporto di coppia nel suo spettacolo, ma anche amicizia, genitorialità e tanti ricordi della sua infanzia, che scopriremo essere così simile alla nostra.

Teresa Mannino è secca (con la ‘e’ aperta tipica del dialetto siciliano), alta e piena di ricci, ma riempie senza difficoltà una scena essenziale, sul cui sfondo si staglia la sua bella e amata Palermo.

#SonoNataIlVentitré vi aspetta giovedì 18 febbraio al Teatro Politeama di Piacenza e il 21 febbraio all’Auditorium Paganini di Parma, correte a prendere un biglietto!