Tag

, , , , , , , , , , , , ,

A meno che voi non siate il Grinch in persona (e anche in tal caso ci sono buone speranze che vi convertiate al Natale), avrete cominciato a farvi coinvolgere dall’atmosfera natalizia che si respira in giro.

Se siete come me, invece, amanti del Natale, starete già facendo i preparativi.

Gli immancabili, per me, sono:
• Presepe
• Albero, meglio se gigante
• Maglione a tema: perfetti quelli un po’ ridicoli
• Decorazioni varie e lucine
• Regali per chi si ama
• Tempo per la famiglia
• Giochi di società
• Buon cibo
• Film a tema
Calendario dell’Avvento

Tengo particolarmente all’ultimo punto, strumento perfetto per il #countdown di Natale (a proposito, ad oggi mancano 33 giorni) e per creare il giusto clima d’attesa.

Le origini del #CalendarioDellAvvento risalgono alla Germania protestante del 19° secolo, quando i bambini accendevano una candela per ogni giorno del periodo d’Avvento fino alla notte della Vigilia di Natale.
Nei primi anni del 1900, il tedesco Gherard Lang decise di rielaborare una tradizione d’infanzia inventata per lui dalla sua mamma: stanca di sentirsi chiedere tutti i giorni quanto mancasse al Natale, la mamma di Gherard chiuse in 24 sacchettini altrettanti biscotti speziati e ne diede uno al giorno al suo bambino. Allo svuotarsi dell’ultimo sacchettino, sarebbe arrivato il Natale.
Gherard decise di stampare per la prima volta un cartellone con 24 finestrelle –per il periodo dall’ 1 al 24 dicembre- che le mamme avrebbero potuto riempire a loro piacimento.
Dalla Germania, la tradizione del Calendario d’Avvento si è diffusa in tutto il mondo, arrivando fino a noi.

Oggi il Calendario dell’Avvento può avere forme e dimensioni diverse e può contenere non solo i classici dolci, ma anche frasi o citazioni tratte da testi sacri e laici, suggerimenti per quotidiane buone azioni, messaggi d’amore o indizi per una caccia al tesoro.
E sebbene sia destinato in particolare ai bambini, non disdegnate di regalarlo anche a qualche adulto o di condividerlo con tutta la famiglia.

Se siete amanti del #DIY, troverete in rete tutorial per tutti i gusti.
Fra tutti, quello qui sotto è il mio preferito.

 

Annunci